Spazio scultoreo

Questo museo all’aria aperta si estende attraverso Punta Eiras, Punta Herminia, O Acoroado e il Cabal de Pradeira per 47 ettari, vale a dire lungo parte dei confini della zona del perimetro della Torre (core zone). Le sculture si distribuiscono nello spazio verde che circonda la Torre, in un gioco di prospettive estremamente suggestivo e in dialogo permanente con il monumento. La tematica scelta dagli artisti può essere ordinata intorno a varie tematiche come i racconti mitologici che fanno risalire la fondazione della Torre alla figura di Ercole o a quella del condottiero celtico Breogán, che la storiografia del XIX mette in relazione con l’origine stessa del monumento.

I riferimenti al mondo del mare, alla navigazione e alle rotte, ci parlano della vocazione marinara che appare unita in modo intrinseco al passato del popolo galiziano sin dall’inizio dalla sua storia.

Oltre alle varie opere scultoree, sono stati integrati una serie di elementi preesistenti, la cui spiegazione avviene per mezzo di pannelli informativi che diffondono il valore che tali monumenti hanno all’interno di questo spazio. Tra questi, meritano una particolare attenzione: il Monte dos Bicos, il Cimitero Moro e le segnaletiche per la navigazione.

Ulteriori informazioni su Spazio scultoreo [.PDF]